Corsisti

[altre foto dai nostri corsi le trovate sulla pagina Facebook o su Twitter]

Chi è che fa i nostri corsi?
Be’, dell’ideazione e organizzazione se ne occupa Barbara Bernardini (che poi, sono io che scrivo alla tastiera questo post) insieme alle altre di Lotto 49 (in particolare: Benedetta che mi aiuta coi numeri, Rachele che m’aiuta col morale e i librai di Frascati che ospitano i laboratori di scrittura).

Collaboriamo con alcune realtà che ci piacciono, come Open e Cowo|360. Di recente, abbiamo messo su un corso con l’Università di Tor Vergata, con il supporto di edizioni e/o e Bookrepublic. Un po’ di queste realtà, le trovate nella sezione collaborazioni.

Una parte importante la fanno, chiaramente, i nostri docenti: sono persone di cui ci fidiamo, con cui negli anni abbiamo lavorato o con cui avevamo voglia di mettere su qualcosa insieme :)

Poi ci sono i tutor, Matteo Scandolin e Francesca Carabini, che costituiscono il nostro avamposto milanese.
Ma soprattutto, alla fine, a fare i corsi sono i corsisti: perché vengano fuori corsi belli, c’è bisogno di corsisti belli, con bei progetti e belle idee.
Di alcune di queste idee e progetti vorremmo parlarne qui, perciò ecco un primo elenco.

Sofi Ramirez Fionda e Agnese Ambrosi, che hanno partecipato al corso di progettazione europea, lavorano a:

Worth Wearing
Worth Wearing è la prima piattaforma online di realizzazione e distribuzione di t-shirts on demand, allo scopo di finanziare progetti e idee di cambiamento. Chiunque abbia un progetto o un’idea da realizzare può caricare il proprio messaggio e distribuire la propria t-shirt. Le “Worthy Tees” vengono stampate e spedite, solo in seguito all’ordine da parte di un utente. In questo modo si riducono i costi, si elimina l’investimento iniziale e il rischio di andare in perdita.

Latte Creative
Latte Creative è un’agenzia creativa nata nel 2010, impegnata nel campo dell’innovazione sociale, della cultura e del social business. Realizzano campagne, prodotti e contenuti digitali e strategie di advocacy, servendosi delle ultime tecnologie media e web con un unico obiettivo: il cambiamento.

Monte Testaccio 34
L’hub, dedicato ad organizzazioni non profit e a professionisti che operano nel terzo settore, offre due principali opportunità: spazi di lavoro in coworking e servizi di consulenza e knowledge sharing nell’ambito di comunicazione, strategia, campaigning, web, fundraising, con particolare attenzione alle tematiche digitali.

Al corso di progettazione europea hanno partecipato anche:

Francesco Verso, di Future Fiction, una collana di fantascienza che sperimenta anche verso altre forme di “trasposizione” della science fiction: teatro, audiovisivo, arti visive;
Raffaella Sarracino, che ha fondato a Viterbo Parole a km 0, un contenitore che promuove e produce cultura: eventi, laboratori di scrittura, workshop, letture per adulti e bambini, spettacoli teatrali.
Pasquale Donnarumma, che fa parte della redazione di Grafias – altri mondi letterari, un progetto di informazione editoriale, che seleziona e traduce articoli dalle riviste letterarie di tutto il mondo, dando voce anche a case editrici e librerie indipendenti dai paesi più lontani e spesso meno conosciuti dal punto di vista editoriale.

Al corso sul crowdfunding, invece, abbiamo incontrato:

Roberto Ranucci, che si occupa di comunicazione per diversi progetti, fra cui 4Stelle Hotel, un web-documentario interattivo sulla comunità che ha occupato un albergo di lusso, abbandonato, a Tor Sapienza (Roma);
Simone Moriconi, che è un consulente di web-marketing e e-commerce, fa parte di Warehouse – coworking Marche;
Federico Cerminara, che si occupa dell’organizzazione e della comunicazione degli incontri dei Piccoli Maestri, una scuola di lettura per i ragazzi fondata da Elena Stancanelli a cui collaborano scrittrici e scrittori in tutta Italia;

Antonio De Sortis ha partecipato al corso di Storytelling e collabora al progetto di narrazione urbana P-Stories.
Un progetto della durata di 15 mesi, finanziato nell’ambito dei Progetti Innovativi regionali di Visioni Urbane e parte integrante del network di progetti a supporto del programma di Matera, capitale europea della cultura 2019. P-stories, in cui P significa Pisticci, ma anche piccole storie, è un progetto di storytelling urbano (auto-narrazione territoriale) che mira a creare un mosaico digitale di racconti mettendo in connessione le persone, i luoghi e le storie del territorio attraverso un processo di co-creazione con la comunità di pisticcesi in loco e con quelli che vivono fuori.

Silvia Peron, che ha frequentato i moduli di Comunicazione per la cultura – e che tra l’altro ci ha scritto queste belle parole Ho frequentato altri momenti formativi sull’argomento in passato, il vostro ha una marcia in più sia per qualità della docenza, che per contenuti e focus su strategia e operatività, che per organizzazione e location – ha fondato Soulmag, un magazine online che si occupa di moda, design, cultura, lifestyle e digitale.

A proposito di belle parole, qui trovate quelle che Marco Cattelan ha scritto sui nostri moduli dello scorso anno.

Mariagrazia Dell’Oro, che ha frequentato sia i corsi del 2014 che quelli del 2015, è la fondatrice, insieme a Manuela Del Turco, della casa editrice digitale e-muse, che pubblica ebook sull’arte, la fotografia e le scienze sociali.

Infine Simona Rota, che ha frequentato i moduli di Comunicazione della cultura a Milano, è la responsabile comunicazione del Teatro Caverna, un’associazione culturale e compagnia teatrale di Bergamo con più di 10 anni di attività alle spalle che, da quasi 4 anni, ha sede presso lo Spazio Polaresco di Bergamo dell’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Bergamo, dove gestisce le due bellissime sale auditorium ed espositiva.
Hanno appena lanciato la campagna di crowdfunding per il Festival culturale Aboccaperta: quindi chiudiamo invitandovi a sostenerli (bastano 5 euro ma anche una semplice condivisione!).

Mancano ancora molti progetti, restate qui, che ve li segnaleremo a breve. Intanto grazie a tutti quelli che hanno partecipato a questa prima sessione corsi 2014/2015 e un grazie preventivo a tutti quelli che torneranno a parlare di progettazione culturale con noi da settembre!

Buona estate :)