Quello che resta

tumblr_nn2n6uxADv1sfie3io1_1280

Quello che resta: storia di tutti e storia di ciascuno

Laboratori residenziali di scrittura: un ciclo di incontri di riflessione sui rapporti fra memoria, storia e territorio con Carola Susani.

I laboratori


Una nuova edizione dei laboratori si terrà a partire da ottobre 2016.

Prima di me
20 e 21 febbraio 2016

Un laboratorio che indaga l’origine. A ciascuno sarà chiesto di portare oggetti e ricordi di famiglia: fotografie, ricette, aneddoti memorabili, per raccontare del sordo legame tra quello che siamo e coloro da cui veniamo, i nostri fantasmi interiori, le case di pietra ormai smantellate.
Chi erano i genitori, chi erano gli avi, in che modo ci riguardano ancora le loro storie?

Il sabato mattina ci scambieremo aneddoti e ricordi, ognuno porterà i suoi. Saranno storie che provengono da luoghi distanti, dovremo riuscire a restituire ai compagni i luoghi che abbiamo alle spalle.
Il sabato pomeriggio, ci confronteremo con gli altri che hanno scritto racconti autobiografici o saghe familiari, cercheremo di capire cos’hanno in comune, in cosa sono diverse Natalia Ginzburg di Lessico Familiare, Elsa Morante di La Storia per esempio, ci confronteremo anche con autrici contemporanee come Nadia Terranova.
La domenica ciascuno scriverà: farà racconto della propria storia o quella di un altro. Lo scambio delle storie costringerà all’invenzione, alla trasformazione delle memorie in personaggi.
Il pomeriggio leggeremo e commenteremo i racconti.

A Fagianello, dal territorio una storia familiare
19 e 20 marzo 2016

La scoperta di una porzione di territorio, di un casale, di una campagna, delle strade che la legano alla città, dei corsi d’acqua, della sua proprietà, dei rapporti agrari che si sono succeduti nel tempo, della famiglia che l’ha abitata dalla minuta vita quotidiana agli eventi della Storia grande.

Il laboratorio è così strutturato:

– il sabato dopo una breve introduzione sulla struttura essenziale del racconto, sul rapporto fra storia e mondo esterno, si esplora la campagna e la casa sotto la guida di persone che conoscono la zona, confrontandoci fra noi, scoprendo luoghi e piste impreviste.

– pranzo collettivo

– dopo il pranzo, ascolteremo la voce dei testimoni che ci racconteranno di questi luoghi nel tempo passato; leggeremo e analizzeremo brani da Federigo Tozzi, Beppe Fenoglio, Cesare Pavese, Elsa Morante, Pierpaolo Pasolini.

– la domenica mattina ciascuno si apparterà per scrivere la sua storia.

– pranzo collettivo

– dopo il pranzo, leggeremo e commenteremo le storie.

Quello che resta: depositi archivistici e segreti narrativi
14 e 15 maggio 2016

Cercheremo di condensare in un fine settimana quello che nella realtà è un lavoro di anni: indagare negli archivi alla ricerca di storie, di personaggi, di avvenimenti da ripescare dal passato e a cui dare spazio in un nuovo racconto.

Il primo giorno di laboratorio gli allievi, con la guida nostra e dell’archivista, scopriranno alcuni documenti, li osserveranno, cercheranno di leggere in controluce dai documenti una storia.
Pranzeremo in città.
Nel pomeriggio ci confronteremo con opere di storia, biografie e romanzi che hanno usato fondi archivistici.
La domenica mattina, ciascuno scriverà la sua storia. Nel pomeriggio le leggeremo e le commenteremo insieme.

Informazioni

Ogni seminario si tiene di sabato e domenica, a Viterbo, presso il casale di Parole a Km 0.

Per chi desidera pernottare, ci sono alcuni posti letto nel casale che ospita i laboratori, al costo di 20 euro a persona e, al centro di Viterbo, il b&b convenzionato Poggio Giudio, con tariffe scontate per i nostri corsisti.

A partire da marzo saranno disponibili altri due b&b raggiungibili a piedi: Vecchio Olmo e La casa di Liù.

Iscrizioni: per prenotarsi scrivere a formazione@lotto49.it
Contatti: Barbara Bernardini – 348.3848141